Come si fa gli auguri il medico estetico di successo.

I miei più sentiti Auguri…grazie anche a te e famiglia.

Quante volte te lo sei già sentito dire e lo sentirai ancora nei prossimi giorni?!

Che tu sia già esausto o entusiasta di tutti gli auguri sdolcinati ricevuti fin’ora, una cosa è certa, gli auguri “a te e famiglia”, “a te e i tuoi cari”, “a te e alle persone a te care” e via discorrendo, è un augurio a cui ci tieni e ti fa piacere pensare che le cose vadano sempre bene per loro.

Augurare del bene ai propri cari è normale. Ma oltre ad augurare e ricevere volentieri tali auguri, è altrettanto normale agire e quindi far qualcosa per salvaguardare i tuoi cari?

Certo non tutti i fattori dipendono da te, ma come la mettiamo con quei fattori che invece dipendono proprio da te?

Augurare il meglio ai propri cari, vuol dire anche provare quel sentimento di protezione nei loro confronti. Perché la vita è bella, ma il costo della sua bellezza è caro. Il prezzo comprende anche scontrarsi con eventi inaspettati, o che perlomeno fino a quando non accadono, non ci avremmo mai pensato.

Potersi permettere di salvaguardare la vecchiaia dei propri genitori, è uno dei tanti modi per proteggere i propri cari. Magari è anche grazie ai loro sacrifici se hai studiato all’università, fatto la specializzazione ed hai potuto dedicare gran parte della tua vita alla formazione.

Di fatti è anche merito loro se oggi il giovane ragazzo o ragazza di allora, è diventato/a un medico di successo che guadagna a sufficienza per garantirgli la vita che si meritano.

Se hai dei figli, avrai sicuramente la preoccupazione per il loro futuro e vorrai solo il meglio per loro. Un percorso di studi eccellente, una vita piena di soddisfazioni e tanti traguardi da raggiungere.

Ma se tutto questo un giorno non fosse possibile per un errore di calcolo, o peggio per un errore di percezione che hai commesso, come la mettiamo con la tua coscienza?

Riusciresti a dormire sereno sapendo che avresti potuto fare di più per salvare la stabilità economica della tua famiglia, garantire un percorso di studi migliore per i tuoi figli, una vita ricca di soddisfazioni per tuo marito o tua moglie, ma invece ti sei semplicemente accontentato di fare il minimo sindacale?

Leggi tutto..Come si fa gli auguri il medico estetico di successo.

Medicina estetica non invasiva: Chirurgo estetico pentito, addio bisturi.

Dire addio al bisturi e riportare indietro comunque di diversi anni le lancette dell’orologio con la medicina estetica non invasiva, oggi si può.

Almeno per molti trattamenti come lifting non chirurgico, la lipoemulsione sottocutanea (LESC), la blefaroplastica non chirurgica, le onde d’urto per la cellulite e tante altre metodiche moderne, è così.

Ottenere degli ottimi risultati senza alterare la naturale fisionomia della persona, senza punti di sutura, senza nessun esito ma soprattutto senza l’ “isolamento sociale” per il paziente dopo l’intervento chirurgico.

Se sei un chirurgo plastico o un medico estetico e non credi nell’utilizzo di macchinari per la medicina estetica, devi assolutamente leggere questo articolo.

Fino a solo qualche anno fa un titolo come quello che ho usato per questo articolo, avrebbe fatto cadere dalla sedia qualsiasi chirurgo plastico.

Oggi invece, con la continua e velocissima evoluzione tecnologica, è bene per il chirurgo e medico estetico, far attenzione a quanto il mondo stia cambiando, per il bene del suo ambulatorio medico, della sua carriera e del suo futuro.

Se sei un chirurgo o medico estetico, è bene che leggi attentamente questo articolo, cosicchè un giorno tu non dica “hanno vinto i cattivi”.

Parlare di macchinari e apparecchiature estetico-medicali a chi fa chirurgia plastica ed estetica, per la maggior parte delle volte è come parlare di UFO a chi non ci crede. Con la differenza che gli Ufo esistono!

Scherzi a parte, credo che questo atteggiamento di diffidenza possa dipendere da tre fattori:

  1. Pretendere dalle apparecchiature gli stessi “risultati” della chirurgia
  2. Non aggiornarsi sulle novità, quindi non credere a prescindere nelle tecnologie
  3. Paura di acquistare quello che a Roma viene definito “na sola” (tecnicamente parlando)

Leggi tutto..Medicina estetica non invasiva: Chirurgo estetico pentito, addio bisturi.

Come verificare la certificazione delle apparecchiature di medicina estetica?

Verificare la certificazione delle apparecchiature di medicina estetica è così importante?

La certificazione dei macchinari è ormai un tema importantissimo che il medico non può più sottovalutare, per il bene dei propri pazienti e per la salvaguardia della propria carriera.

Durante i congressi di medicina e chirurgia estetica sembra che si parli sempre più del problema delle certificazioni dei macchinari per la medicina estetica.

Si approfondiscono le pesanti conseguenze che potrebbe rischiare il professionista nel caso in cui non avesse tecnologie certificate.

In questo articolo mi limiterò a parlare delle apparecchiature per le medicina estetica e non di tutti gli elettromedicali in commercio. Sia perché non mi riguarda, sia perché non ho le competenze adeguate per parlare di altri macchinari e sia perché se pur limitandomi al mondo dell’estetica medicale, ci sarebbero da scrivere chilometri e chilometri di parole solo per raccontare tutto quello che succede ogni giorno.

Se vuoi partire dall’inizio, e capire quale sia la differenza tra un’apparecchiatura per medicina estetica e una di estetica professionale – quelle che utilizzano le estetiste per farla breve- ti consiglio di leggere l’articolo che ti riporto qui sotto.

>> CLICCA QUI PER LEGGERE L’ARTICOLO <<

Quindi ora, parto dal presupposto che sai già la differenza -almeno a livello normativo- tra una tecnologia per estetica medicale ed una per estetica professionale.

In questo post voglio fornirti degli strumenti pratici per verificare all’istante se una tecnologia che già possiedi o per cui sei interessato è a norma, e quindi a posto o meno con le certificazioni.

Perché se non lo sai ancora, e malauguratamente tu stia utilizzando un macchinario non a norma con la certificazione e succede qualcosa ad una tua paziente o peggio ricevi un controllo… risulterai come responsabile diretto!!

Ti becchi un paio di denunce, qualche anno di cause in tribunale se sei sfortunato anche con l’aggiunta di risarcimenti, e se tutto va bene, ti fanno chiudere lo studio per un po’ di tempo.

Ma sei disposto a rischiare così tanto?

Leggi tutto..Come verificare la certificazione delle apparecchiature di medicina estetica?

×