Scegli con intelligenza i tuoi macchinari di medicina estetica, o segui la massa?

Cosa significa scegliere dei macchinari di medicina estetica in maniera intelligente?

Significa prima di tutto pensare con la propria testa e non lasciarsi influenzare dalle scelte di altri colleghi o correre solo dietro alle marche.

Scegliere macchinari con intelligenza vuol dire inserire nella tua attività solo apparecchiature che ti portino un reale beneficio sia in termini economici che in termini professionali.

E non un appagamento a vantaggio esclusivo dell’ego perché finalmente si ha la stessa e costosa tecnologia del collega.

Misurarsela con i colleghi a “chi ha la tecnologia più rinomata e costosa” non ti porterà nulla di buono, se non appunto, un appagamento momentaneo del tuo ego e i tuoi risparmi all’azienda venditrice.

Invece, avere apparecchiature da utilizzare ogni giorno nella tua attività, non avendole ferme come arredamento, vuol dire scegliere con intelligenza e direzionare il timone della tua attività verso il successo.

I macchinari da inserire nel tuo ambulatorio medico si devono scegliere con intelligenza perché non devono essere ne un peso economico acquistarli, ne un problema utilizzarli.

La scelta perfetta è quella che ti consente di avere un’apparecchiatura non solo completamente integrata con ciò che tu offri quotidianamente nella tua attività, ma ti da la possibilità di migliorare in termini di benefici e risultati offerti – NEL TEMPO – ai tuoi pazienti.

Di conseguenza ci deve essere anche un reale riscontro positivo per le tue finanze. 

Quindi diventa essenziale che l’apparecchiatura scelta ti permetta di creare un ritorno costante di pazienti, e sia priva di esose spese di gestione e di consumabili. 

Esempio pratico.

 

La scelta intelligente dei macchinari per la medicina estetica.

Sei notoriamente rinomato per la tua bravura nel far ringiovanire i visi delle tue pazienti.

Adotti diverse tecniche e metodiche. Fili, filler, peeling e alcune tecnologie.

Poi vieni a sapere dal tuo collega famoso nel settore o in un congresso che la criolipolisi oggi è molto richiesta dalle pazienti.

Contatti la stessa azienda che molto probabilmente ha sponsorizzato il tuo collega o gli interventi al congresso, e acquisti da loro.

Bene! Ottimo! 

Ora finalmente anche tu hai la tecnologia più in voga del momento.

Lo dici alle tue pazienti, la fai provare e va tutto bene….All’inizio.

Ma poi, sfamata la fame di novità di alcune delle tue pazienti comincia ad andare tutto a rilento.

Ad un tratto ti diventa difficile promuovere la tua nuova criolipolisi e le terapie si fanno sempre più sporadiche.

Va a finire che promuovere in continuazione, e spesso senza successo, il nuovo macchinario diventa un lavoro pesante che ti distoglie dal resto delle tue attività. 

Per giunta troppo spesso risulta un lavoro infruttuoso, quindi frustante.

Dunque pian piano accantoni la tua criolipolisi insieme a tutti i buoni propositi per trovare una soluzione e farla ripartire.

Ovviamente se lavori in un centro dove le apparecchiature non sono tue e ti ritrovi solo a utilizzarle, non noterai mai nessun calo. E tante grazie..

Ma se sei tu a pagare le rate del leasing, allora te ne accorgi molto ma molto prima se c’è un calo nelle frequenza di utilizzo.

Leggi tutto..Scegli con intelligenza i tuoi macchinari di medicina estetica, o segui la massa?

La certificazione dei macchinari e la prevenzione per il medico estetico.

Controllare la certificazione dei macchinari per la medicina estetica è un atto di prevenzione per il medico e chirurgo estetico, che può letteralmente salvare da guai legali e ripercussioni sulla vita sia professionale che privata.

Purtroppo però, come in ogni campo della vita, anche in quello delle tecnologie per la medicina estetica non c’è la cultura della prevenzione.

Immaginati nel tuo studio mentre stai cercando di sistemare tra la fitta agenda straripante di appuntamenti un’altro trattamento con la tua formidabile apparecchiatura di medicina estetica.

La signora ne ha sentito parlare tanto in giro, ha quel fastidioso inestetismo che non è riuscita a debellare fino ad oggi e ti prega di prendergli un appuntamento perché non vede l’ora di iniziare la terapia da te.

Le cose stanno andando bene, anzi, molto molto bene.

Rispetto solo a qualche tempo fa, questa volta sembra essere proprio diverso!

In passato purtroppo ti è capitato di spendere un sacco di soldi in macchinari poco efficienti con l’intento di migliorare la tua attività, ma che invece ti hanno fatto spendere solo un sacco di soldi e credibilità agli occhi dei tuoi pazienti.

Ora finalmente è tutto passato. Hai ripagato gran parte del debito contratto con i vecchi macchinari ed hai anche recuperato alla grande la credibilità con i tuoi pazienti.

Che in fin dei conti, forse la credibilità con i tuoi pazienti è l’aspetto più prezioso e a cui tieni di più rispetto al resto.

Ora per fortuna va finalmente tutto alla grande e come hai sempre sognato.

Le persone sentono parlare molto bene di te e ti cercano direttamente loro.

La tua reputazione cresce nel mondo della medicina estetica e il tuo nome diventa giorno dopo giorno il punto di riferimento per sempre più persone che trovano nel tuo studio risultati straordinari, veloci e privi di rischi.

Tutti gli anni che hai passato sui libri, tutti i corsi che hai frequentato e tutto il lavoro che hai fatto per dare sempre il massimo di te stesso a chiunque entrasse nel tuo studio, ti stanno finalmente ripagando con soddisfazioni personali, professionali e finanziarie come mai prima.

In fondo, è questo che hai sempre sognato. Dare il massimo nel tuo lavoro per fare la differenza per i tuoi pazienti.

Far felice chi cerca in te un’aiuto, è una delle tue più grandi soddisfazioni.

Il duro lavoro ripaga sempre, e aumenta la soddisfazione con una meta lungamente attesa.

Leggi tutto..La certificazione dei macchinari e la prevenzione per il medico estetico.

PERCHÉ È ESTREMAMENTE FACILE SBAGLIARE LA SCELTA DEI MACCHINARI PER LA TUA ATTIVITÀ DI MEDICINA ESTETICA.

Quando bisogna scegliere dei macchinari per la medicina e chirurgia estetica, una delle cose più facili da ottenere, è una scelta sbagliata.

Se già possiedi o hai avuto in passato macchinari inefficaci o poco produttivi, molto probabilmente sarai più portato a pensare che siano tutti uguali e di conseguenza sarai più propenso a darci un taglio netto.

Di fatti hai ragione!

I macchinari per la medicina e chirurgia estetica hanno un costo importante, e se scelti nella maniera corretta il costo è nulla rispetto al ritorno che possono darti. Se invece scelti nella maniera sbagliata, diventano una vera e propria perdita in rosso per la tua attività.

Questo perché molte volte, o probabilmente quasi tutte, il rappresentante di turno ti entra in studio per parlare mezz’ora di fila della sua azienda e della sua tecnologia preferita, cercando di venderti a tutti i costi e senza sosta quello che ha in catalogo,  senza minimamente cercare di capire di cosa TU hai bisogno.

Sono lontano dalla realtà dei fatti?…non credo…

Lo so perché incontro ogni giorno tuoi colleghi scottati da esperienze passate con apparecchiature inefficaci, non idonee, incompatibili con i propri pazienti o peggio, non a norma con le certificazioni.

Quindi so bene cosa si cela dietro ad ogni macchinario di medicina estetica fermo in un ambulatorio medico.

Leggi tutto..PERCHÉ È ESTREMAMENTE FACILE SBAGLIARE LA SCELTA DEI MACCHINARI PER LA TUA ATTIVITÀ DI MEDICINA ESTETICA.

Le apparecchiature di medicina estetica sono tutte uguali, se non sai cosa fa la differenza per te.

L’affermazione “le apparecchiature di medicina estetica sono tutte uguali” diventa un vero e proprio cazzotto nello stomaco ogni volta che la sento.

Non per il dolore, ma per la sensazione di fiato che manca all’improvviso come quando vorresti spiegare tutto in pochi secondi a qualcuno, ma sai che partiresti da troppo lontano.

Se anche tu sei convinto che tutte i macchinari per la medicina e chirurgia estetica siano uguali, è giunto il momento di concederti il beneficio del dubbio per i prossimi due minuti e leggere quanto sto per dirti.

Per iniziare, se tutte le apparecchiature e laser fossero uguali, allora io sarei un folle a fare ciò che faccio, visto che da anni ormai divulgo, scrivo e condivido fiumi di contenuti sulle tecnologie di medicina e chirurgia estetica.

In realtà, quello che cerco di fare costantemente tramite i miei articoli, è divulgare informazioni su come aumentare la produttività dello studio medico scegliendo le tecnologie più idonee alle proprie esigenze, di come riconoscere ed evitare trappole commerciali pericolose, o come evitare di rovinarsi la carriera inserendo nello studio tecnologie non a norma o poco efficaci.

Partendo da questi “piccoli” presupposti, direi che ci sono ancora talmente tante informazioni da divulgare sulle tecnologie, che potrei scrivere di continuo per anni senza esaurire le argomentazioni. 

Detto ciò, se vuoi approfondire tutte le informazioni più tecniche e scoprire come avere solo tecnologie affidabili per far prosperare serenamente la tua attività di medicina o chirurgia estetica, allora ti consiglio di richiedere Il “Cofanetto di BeautifulMed” cliccando sull’immagine qui sotto.

Gothe diceva: “Idee generali e grande presunzione sono sempre in procinto di provocare terribili disastri.”

In fin dei conti, generalizzare è una modalità che scatta abbastanza automaticamente nell’uomo. 

Serve per risparmiare energie mentali e psitiche.

E’ una forma di sopravvivenza che abbiamo innescata per semplificare la realtà su esperienze già passate o convinzioni sedimentate nel tempo.

Il problema però si presenta quanto il professionista si arroga la presunzione di sapere già tutto.

Faccio un esempio pratico. 

Leggi tutto..Le apparecchiature di medicina estetica sono tutte uguali, se non sai cosa fa la differenza per te.

Ottenere il massimo risultato con il minimo sforzo o costo. Il principio endonistico applicato alle apparecchiature di medicina e chirurgia estetica.

In realtà cosa dovresti fare per ottenere il massimo risultato dalle tue apparecchiature con il minimo sforzo e costo, ma soprattutto..con il minimo rischio?

Chi ha studiato economia politica sa bene che con il principio edonistico si afferma che:

L’uomo economico ha come scopo principale l’ottenimento del massimo utile con il minimo sforzo o costo; questo comportamento è istintivo ed è attuato per ogni attività. 

Fonte: http://www.economiafinanza.org/economia/129.htm

Ora, cosa succedere se applichi questo principio alla scelta delle apparecchiature e laser per la tua attività di medicina o chirurgia estetica?

Succedere che se applicato correttamente, ti ritrovi ad avere più pazienti in target che ti cercano attivamente, lavorare comunque di meno ed avere più risultati.

I risultati ovviamente possono essere valutati su diversi aspetti. Il principio di economia politica parla di utile perché appunto riferito all’ambito economico.

Ma in realtà il principio può essere traslato in tutti i campi, e il significato del termine “utile” può essere quindi declinato in:

  • Maggiori utili (ovviamente)
  • Maggiori risultati sui tuoi pazienti
  • Maggiore visibilità
  • Maggiore autorità nel settore
  • Maggior numero di pazienti che ti cercano attivamente

Tutto ciò, ottenuto con il minimo sforzo o costo da parte tua.

Sembra una pacchia vero?

Ma in realtà non lo è.

Leggi tutto..Ottenere il massimo risultato con il minimo sforzo o costo. Il principio endonistico applicato alle apparecchiature di medicina e chirurgia estetica.

L’enorme costo (non detto) delle apparecchiature di medicina e chirurgia estetica.

Quando chiedi al tuo fornitore quanto costa un’apparecchiatura o un laser per la tua attività di medicina e chirurgia estetica, non stai ponendo la domanda nel modo corretto.

Mi spiego..

Se c’è una cosa che ho imparato in tutti questi anni di esperienze sul campo, è sicuramente il fatto che le “cose” non dette molte volte valgono più di quelle dette.

Mi spiego meglio..

Ti è mai capitato di avere a che fare con un venditore che ti fa un’ottima offerta su un’apparecchiatura o un laser di tuo interesse, e poi 

  • Scopri che non era inclusa l’iva (piccolo dettaglio che passa inosservato ovviamente), 
  • O che i materiali di consumo ti costeranno 1/3 (se non più) della tecnologia? 
  • O che dopo la vendita non ti risponderà più al telefono quando ne avrai bisogno?

“Piccoli” dettagli che fanno grandi differenze sul tuo acquisto. 

Si perché, a parità di “qualità” sui macchinari che acquisti, e a prescindere dal tipo di prezzo che ottieni o della tecnologia più in voga del momento, quello che conta davvero per far prosperare la tua attività di medicina e chirurgia estetica al massimo delle tue potenzialità, è proprio avere qualcuno che non ti metta il bastone tra le ruote.

Leggi tutto..L’enorme costo (non detto) delle apparecchiature di medicina e chirurgia estetica.

SIME 2018: Le relazioni sui laser di medicina e chirurgia estetica da non perdere se vuoi ottenere il massimo dal tuo ambulatorio, con più pazienti felici, senza fare acquisti sbagliati.

Dal 18 al 20 Maggio si svolgerà a Roma uno dei più importanti appuntamenti della medicina e chirurgia estetica in Italia, e non solo.

Se sei appena approdato su questo articolo e non sei un lettore abitudinario del mio blog, vuol dire che stai cercando informazioni sul congresso SIME, o forse, stai cercando informazioni sui laser per la medicina e chirurgia estetica che potrebbero fare una REALE differenza per la tua attività ed essere dei preziosi alleati, senza dover invece diventare una fonte di preoccupazione o peggio, minare la solidità economica del tuo studio medico.

A prescindere da quale informazione specifica cerchi, se sei qui, il risultato non cambia e te lo posso dimostrare.

Evidentemente sei un professionista che vuole (e fa davvero) la differenza per i propri pazienti nella medicina e chirurgia estetica. 

Quindi sai benissimo quante novità ci siano di anno in anno in ogni congresso, e come la partecipazione a questi eventi sia importante per rimanere aggiornato e soddisfare al meglio i bisogni delle tue pazienti, anche delle più esigenti.

Di fatti, come ti dicevo prima, se stai investendo del tuo tempo per leggere questa parole, è alquanto evidente che non sei un professionista che si accontenta di poco, non sei quel tipo di medico che fa medicina estetica solo perché ad oggi “tira di più” e ciò gli basta per pagare le bollette, qualche sfizio,  e vivere felice nella sua mediocrità senza lasciare un segno indelebile della sua esistenza nelle medicina estetica. 

Ma anzi, sei il tipo di professionista in continua crescita, che cerca di migliorare sempre più per garantire solo i migliori risultati alle proprie pazienti e magari, risultati “fuori dal comune”.

Detto ciò, saprai anche che uno dei più importanti aspetti del medico e chirurgo estetico di successo è proprio la ricerca costante di miglioramento. 

Superare i propri traguardi per offrire sempre il meglio ai propri pazienti, diventa un imperativo per te che sei in un costante circolo virtuoso di auto-perfezionamento.

Ed è proprio per questi motivi che forse a volte rischi di essere fin troppo rigido con te stesso. 

Vuoi dare sempre il meglio di te ai tuoi pazienti, e dedichi anima e corpo a ciò che fai, sapendo che migliorando te stesso ogni giorno sempre più, contribuirai ad affermare e rafforzare il tuo nome nel mondo della medicina estetica ed esserne il punto di riferimento dei tuoi pazienti, ovunque lavori.

Ecco perché non puoi permetterti di avere laser ed apparecchiature meno efficienti di te nel tuo studio, meno produttive, e rischiare di rallentare ed appesantire la tua professione già piena zeppa di altre priorità.

Leggi tutto..SIME 2018: Le relazioni sui laser di medicina e chirurgia estetica da non perdere se vuoi ottenere il massimo dal tuo ambulatorio, con più pazienti felici, senza fare acquisti sbagliati.

×