Uccidi il mostro che mangia i guadagni della tua attività di medicina estetica all’interno del tuo studio. Scopri la forza del marketing.

Si, hai capito bene, nel tuo studio c’è un mostro, e tu lo sai benissimo perché senti la sua presenza ma non riesci a vederlo.

Un orribile mostro che vive all’ombra dei tuoi pensieri, e al calar delle tenebre senza che tu te ne possa render nemmeno conto, si avventa sulle tue paure per fagocitarle.

I tuoi guadagni e la tua crescita professionale sono il suo cibo prediletto!

Se mi segui scoprirai come riconoscerlo e come annientarlo definitivamente, così potrai tornare libero di far crescere la tua carriera, i tuoi guadagni e la tua fama ben oltre quello che ad oggi ti sembrano dei limiti insormontabili.

Lo so che può sembrare tutto così effimero -ora mancava solo che parlavamo di mostri- ma è anche vero che tu sai benissimo che nonostante sei un ottimo professionista, competente e preparato, dopo tutto il lavoro che fai, non ti viene riconosciuto il giusto valore per quello che realmente sei.

Mi spiego meglio.

Il mostro di cui ti voglio parlare in questo post è nel tuo studio, e tu lo sai perché ne senti la presenza, senti la sua energia remare contro la tua volontà, i tuoi intenti e le tue aspirazioni, ma non riesci a scoprire dov’è e a capire cos’è.

E non è colpa tua, perché in effetti il mostro non ha una forma definita, ma prende la forma dei tuoi pensieri, si ciba dalle tue preoccupazioni da cui viene alimentato per diventare sempre più forte.

Si, tipo un film di fantascienza, il mostro viene alimentato da te, si nutre delle tue paure ed è estremamente ghiotto del tuo successo. Ragione per cui continua con tutte le sue forze a corrodere inesorabilmente l’aurea di prestigio che aleggia intorno al tuo studio.

E sai come fai a capire la sua forza?

Lo capisci quando non hai più fiducia in te stesso!

Quando ti rendi conto che “un tempo” avresti lottato per raggiungere un tuo obiettivo e ora cerchi un capro espiatorio. Che sia la crisi che ha impoverito i tuoi pazienti, o i tuoi assistenti che non collaborano ma anziché aiutarti fanno casini, o i tuoi familiari che ti riempiono di preoccupazioni, o i tuoi colleghi che ti snobbano e ti sottovalutano, o ect. ect..

Lo sai perché riesci a percepire perfettamente questa energia oscura che cerca in tutti i modi di tenerti dove sei e trama incessantemente contro di te, mentre tu invece ti dimeni a lottare con tutte le tue forze contro questa forza oscura che ti vuole tenere schiacciato al suolo.

A volte ti sembra che, tanto più ti sforzi di trovare delle soluzioni per avere più guadagni, tanto più torni al punto di partenza. Ti ritrovi a cominciare sempre in salita, quasi come se fosse tutto resettato dopo ogni tentativo di “trovare la quadra.”

Ti applichi, non ti dai per vinto e sai che una soluzione deve esserci. Studi nuovi sistemi per far decollare come davvero vorresti la tua attività, spingi, sudi, spremi le meningi, e poi…nulla, ad ogni piccolo traguardo raggiunto ti sembra che tutto poi ritorni come prima, punto e a capo.

E’ come il mito greco di Sisifo, tormentato nell’Ade dove viene obbligato da Zeus a spingere per tutta l’eternità un enorme masso in cima ad una vetta che poi finisce per rotolare inesorabilmente a valle.

“Se vi è un destino personale, non esiste un fato superiore o, almeno, ve n’è soltanto uno, che l’uomo giudica fatale e disprezzabile. Per il resto, egli sa di essere il padrone dei propri giorni. In questo sottile momento, in cui l’uomo ritorna verso la propria vita, nuovo Sisifo che torna al suo macigno, nella graduale e lenta discesa, contempla la serie di azioni senza legame, che sono divenute il suo destino, da lui stesso creato, riunito sotto lo sguardo della memoria e presto suggellato dalla morte.

Così, persuaso dell’origine esclusivamente umana di tutto ciò che è umano, cieco che desidera vedere e che sa che la notte non ha fine, egli è sempre in cammino. Il macigno rotola ancora. Lascio Sisifo ai piedi della montagna! Si ritrova sempre il proprio fardello. Ma Sisifo insegna la fedeltà superiore, che nega gli dei e solleva i macigni. Anch’egli giudica che tutto sia bene. Questo universo, ormai senza padrone, non gli appare sterile né futile.

Ogni granello di quella pietra, ogni bagliore minerale di quella montagna, ammantata di notte, formano, da soli, un mondo. Anche la lotta verso la cima basta a riempire il cuore di un uomo. Bisogna immaginare Sisifo felice.” (tratto da Albert Camus, Il mito di Sisifo in Opere. Milano, Bompiani, pp. 318-9)

 

Detto ciò, a meno che tu non sia Sisifo e riesci comunque a trarre il bello dall’eterna lotta della tua vita con uno stato perentorio di felicità miscelata alla rassegnazione di non poter far nulla per cambiare la propria vita, hai bisogno di un cambiamento!

E se sei un professionista competente, preparato, ambizioso e cerchi la soluzione per rompere le catene che ti legano e ti tengono impantanato in questo “impasse”, è probabile che tu abbia bisogno di una sola cosa, e cioè dell’unica forza propulsiva che ti consente di mettere dei veri e propri reattori  alla tua attività e farla decollare come vorresti. In una parola, hai bisogno del marketing!

Si perché puoi essere bravo quanto vuoi, puoi aver studiato il doppio dei tuoi colleghi ed avere il triplo della loro esperienza, ma se non ti sai vendere a livello di immagine, e quindi se non integri nelle tua attività il marketing, abbiamo un problema. Ed anche bello grosso!

Il mondo ad oggi è profondamente cambiato rispetto a solo qualche anno fa. La possibilità di accedere alle più svariate forme di trasporto è accessibile a chiunque ormai. Le distanze non sono più un problema. Gli strumenti che le persone utilizzano per condividere le informazioni e tenersi aggiornati su ciò che gli interessa sono praticamente centuplicati rispetto a soli 10 anni fa.

E se pensi che, ad oggi ti basta avere più esperienza, più formazione e più anni sulla schiena per essere preferito dai tuoi pazienti rispetto ad un altro professionista, è un grosso errore che non puoi più permetterti di compiere.

Al giorno d’oggi sono cambiate le carte in tavola e sono state stravolte le regole del gioco. Siamo una società iper-comunicativa, e prima ne prendi atto e corri ai ripari, prima riuscirai a recuperare il terreno perduto e ceduto al nemico.

Ora non fraintendermi. Non dico che per avere successo basta fare del buon marketing e non avere competenze alle spalle. Chiaro che no. Come dire che per una macchina di formula uno l’importante è il motore e poco ci frega se abbiamo montato le ruote di una Punto.

Lo sai già che alla prima curva perderai le tue ruote e tu uscirai fuori strada vero?

Oppure se vuoi evitare di sbrandellare la tua auto, dato che sai benissimo quanto la potenza del tuo motore ci impiegherebbe a staccare le ruote dalla carrozzeria, ti costringi ad andare piano, ad una velocità tollerabile per le tue povere ruote.

Con il risultato che in realtà non gareggi. Magari sei in una Ferrari ma guidi come se fossi in una Punto (senza nulla togliere alla Punto che era la mia auto preferita da bischello)!

E allora perché sei a bordo di una Ferrari e guidi come se fossi su una Punto?

E qui mi dirai che hai già provato a cambiare più volte il corso della tua Odissea. Senza grandi risultati. E ormai ti sei convinto che non sia possibile cambiare le sorti del tuo destino come Sisifo?!?.

Vuoi vedere che ti dico com’è andata?

In questi ultimi anni, con l’avvento della famigerata crisi, hai iniziato ad annusare che qualcosa stava cambiando. Magari non subito. Magari sei davvero così bravo che inizialmente il tuo bacino di pazienti non ti ha dato motivo di preoccupazione.

Ma gli anni passano. Ed oltre alla crisi, ci si mette anche un fenomeno strano. Cominciano a cambiare in maniera sempre più crescente le abitudini di acquisto delle persone.

Con la diffusione a macchia d’olio di internet e social tra la popolazione, grazie anche all’estrema facilità di accesso tramite smarphone, i vecchi paradigmi cominciano a sgretolarsi inesorabilmente sotto i nostri occhi e tutto d’un tratto diventano macerie di una vecchia era utilizzate per costruirci la nuova.

E a quel punto, quando l’evidenza è fuori da ogni dubbio, ti sono rimaste solo due opzioni da giocarti,

  • Agire
  • Soccombere ai cambiamenti

Siccome sei in gamba e non molli, sei corso ai ripari. E cosa ha fatto come prima reazione per non finire asfaltato?

Hai cominciato a calare i prezzi dei tuoi trattamenti, erodendo in maniera continua ed inesorabile i tuoi profitti. Hai fatto qualche promozione al ribasso per spingere qualche trattamento.

Hai aumentato il tuo lavoro in termini di ore, ma ti sei reso conto che non è aumentato di conseguenza il tuo guadagno netto.

Oppure

Ti sei affidato a personale esterno che, per colpa della crisi e rimanendo senza lavoro, si è reinventato come promotore e/o peggio specialista del marketing promettendoti chissà cosa, mentre tu inconsapevolmente gli hai affidato il timone della tua attività.

Oppure

E’ probabile che hai cercato un porto sicuro con qualche azienda che ti ha promesso di pensare in toto al marketing del tuo studio, peccato che poi hai scoperto che nella comoda delega erano compresi gran parte dei soldi dei TUOI pazienti, togliendoli dalle TUE tasche.

Oppure

Se sei tra i più temerari, ti sei affidato a qualche vera agenzia esterna di web marketing, cedendo anche qui involontariamente il controllo a chi non sa neanche la differenza tra un filler e un vaccino anti-influenzale.

Magari ti hanno venduto l’idea che l’importante è buttare giù due post al giorno sulla tua pagina Facebook con messaggi accattivanti tipo “Non rinunciare alla bellezza, affidati al dott. Speriamochemelacavo”, o “I migliori trattamenti estetici –come se fossi un’estetista- al miglior prezzo”, e siccome al peggio non c’è mai fine puoi arrivare a pagare slogan tipo “La medicina estetica, ora è per tutti! Chiedi al dott. Speriamochemelacavo”.

Oppure

Peggio del peggio con una fine, e spero che non l’abbia fatto….ti sei affidato a Goupon!

Lo so che l’hai fatto con l’intento di accelerare la tua attività e riuscire ad attirare più gente sacrificando il tuo guadagno nel breve periodo in cambio dell’acquisizione di nuovi pazienti nel lungo periodo. E teoricamente è anche corretto. Ma lo strumento è sbagliato!

Credevi di ottenere più pazienti calando i prezzi delle tue prestazioni. Invece ti sei visto arrivare in ambulatorio un’orda di locuste -perché pazienti non sono- che hanno letteralmente divorato la tua professionalità senza lasciarti un euro di guadagno e senza averli mai più visti.

E ti spiego anche il perché.

Hai attirato forse molte persone, ma di un target sbagliato. Le persone comprano in base a degli schemi ricorrenti. Chi entra nel tuo studio per una promozione su groupon, non è entrato perché cercava il professionista preparato, bravo e qualificato.

Ma invece ha semplicemente acquistato un prodotto/servizio al ribasso sulla sua piattaforma preferita dove continua a comprare di tutto e di più perché è il suo schema d’acquisto e compra così. Un cacciatore di offerte.

Non ha comprato te -nel senso di scelta- ma il prezzo al ribasso che gli hai offerto!

Ed è così che vuoi far decollare il tuo studio e la tua attività di medicina estetica, con questi strumenti ?

Fare marketing non vuol dire vomitare in giro “offerte” che svalutano la tua professione e far saltare in aria i tuoi margini di guadagno. E’ proprio l’opposto!

Con un marketing studiato per le tue necessità e in base alle tue caratteristiche, è possibile massimizzare i tuoi guadagni e portare gente pre-qualificata, quindi in target con ciò che offri, alle tue condizioni, nel tuo studio medico.

Gente che viene da te perché sei un professionista serio che si distingue dagli altri perchè lo comunichi meglio. Perché sei bravo a fare quello che fai e perché soprattutto sei l’unico per loro a risolvergli un problema specifico.

Stai cominciando a delineare la sua figura del mostro vero?

Continua la lettura e ti renderai conto che a fine articolo potrai raffigurare un identikit a matita del tuo mostro con tanto di dettagli e la scritta sotto “WANTED” per iniziare la tua caccia al mostro e ucciderlo con le tue stesse mani.

Le persone che verranno da te, devono essere attratte da ciò che tu puoi fare per loro, non da quanto gli costi. Se lasci che il prezzo sia l’unica unità di valutazione che hanno di te i tuoi pazienti, sei spacciato.

  1. Perché ci sarà sempre qualcun altro disposto a tirare al ribasso.
  2. Perché la qualità delle tue prestazioni calerà di conseguenza.

Non ci sono altre strade da percorrere.

E’ meglio che ti concentri quanto prima nella cattura del tuo mostro se realmente vuoi prendere in mano il timone della tua vita professionale e spezzare quelle catene che ti impediscono di elevarti verso le tue più alte aspirazioni.

Credi che il marketing sia scrivere due post simpatici e creativi al giorno su una pagina Facebook per far si che i pazienti si buttino a capofitto nel tuo studio medico?

Credi davvero che solo perché sei un medico la tua attività sia tanto differente da qualsiasi altra impresa al mondo?

Credi che comunicare il tuo messaggio e farti conoscere per i tuoi punti di forza sia una roba poco professionale e da “markettari”?

Credi che le persone scelgano te rispetto ad un altro tuo collega solo perché hai più Master universitari e corsi appesi alle pareti del tuo studio?

Credi davvero che per te sia più proficuo lasciare la tua comunicazione ad un’agenzia pubblicitaria GENERICA piuttosto che affidarti a chi è specializzato nel promuovere un unico settore e cioè la medicina estetica?

Se hai risposto no a queste domande è giunto il momento di dare una sterzata decisiva e cominciare a guidare la tua attività come una Ferrari!

Queste sono le domande che ti consentono di catturare il tuo mostro.

Ora puoi scegliere di continuare a dargli più in pasto i tuoi guadagni oppure ucciderlo una volta per tutte.

Come puoi sapere se posso portare valore alla tua attività e al tuo studio medico?

Clicca qui e dimmi quali sono le tue necessità, le tue attuali difficoltà,  e quali aspetti ti piacerebbe migliorare già da subito.

CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME SVILUPPARE SIN DA SUBITO LA MEDICINA ESTETICA NEL TUO STUDIO MEDICO.

Ti ho costruito un modulo con risposte multiple di semplice utilizzo in modo da facilitarti la compilazione.

Rispondendo alle domande che ci sono nel modulo potrai decidere se prendere in mano le redini della tua attività o continuare ad alimentare il mostro con i tuoi guadagni e la tua stessa vita.

Prenota ora la tua consulenza personalizzata. Non hai nessun acquisto da fare e nessun impegno.

Una volta definito la soluzione giusta per te, e nel caso tu voglia provare il riscontro direttamente nel tuo studio medico, sarai tutelato dalla

GARANZIA 100% SODDISFATTO E RISCHIO ZERO PER TE.

Si hai capito bene!

Prova, testa direttamente nel tuo studio, e se quello che ti offro non ti piace, per QUALSIASI MOTIVO, non paghi NEPPURE UN CENTESIMO.

Se decidi di guidare al massimo delle potenzialità la tua Ferrari, questa è l’occasione giusta per te.

Compila il form qui sotto e uccidi una volta per tutte il mostro all’interno del tuo studio medico!

 

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Specializzazione medica

Città

Il tuo messaggio

 

Commenti

Commenti

Un commento su “Uccidi il mostro che mangia i guadagni della tua attività di medicina estetica all’interno del tuo studio. Scopri la forza del marketing.”

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

×
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: