Come guadagnare con la medicina estetica non invasiva anche € 15.000 in un solo giorno.

Guadagnare con la medicina estetica non invasiva anche € 15.000 in un solo giorno sembra uno slogan pubblicitario tipo “7 kili in 7 giorni”, ma invece non lo è..

Quello che stai per leggere è “solo” realtà! …e scusami se è poco! 😀

Certo, guadagnare € 15.000 euro in un solo giorno, potrebbe essere il sogno di molti, ma purtroppo è la realtà solo di pochi… i più svegli e i più bravi, su questo non ci piove!

Quindi, quello che sto per raccontare non è assolutamente compatibile con tre tipi di persone:
Quello che vuole tutto pronto e subito, senza un minimo di impegno.

Quello che per colpa della crisi il mondo si è fermato.

Quello che non investe ma vuole solo incassare.

Dunque, se rientri in una di queste tre categorie, o peggio salti dall’una all’ altra(al peggio non c’è mai fine..), ti consiglio in maniera del tutto spassionata di abbandonare questa pagina perché non troverai ne intenzione, ne una parola spesa per cercare di farti cambiare idea!

Per te invece che non rientri nei tre tipi di mentalità, potrai capire ben presto il perché faccio una selezione a priori…il tempo è prezioso!!

Ogni giorno, come ognuno nel proprio settore, ne vedo di tutti colori, ed in realtà il bello è anche questo.. che tra le tante viste, la prima cosa che salta all’occhio, ed è sempre la prima differenza rispetto alla media, è l’atteggiamento mentale.

Il modo di affrontare una situazione, e quindi l’atteggiamento mentale, si nota in ogni cosa, che sia l’iniziare una nuova attività o cercare la soluzione a un problema, la differenza tra il “vincente” e il “mediocre” lo fa l’atteggiamento che si ha per affrontare la vita.

Perché escludo direttamente le tre categorie di sopra?

1. Perché per quanto sia accattivante il titolo dell’articolo che stai leggendo, non c’è nulla che si ottiene senza un buon lavoro dietro. E per quanto è sempre più diffusa l’idea a livello pubblicitario che si può ottenere tutto e subito senza sforzo, nel mondo reale un’idea, per quanto possa essere bella, continuerà a rimanere solo un’idea se non ci lavori materialmente sopra.

D’altro canto, non significa che una quantità elevata di lavoro generi risultati sicuri.
Quindi il trucco è capire, come in ogni cosa, qual è la giusta chiave di volta per una specifica situazione e/o la giusta soluzione ad un determinato problema.

Scegliere lo strumento appropriato per raggiungere i nostri obbiettivi, è come scegliere la giusta leva. Mentre la grandezza del macigno da spostare è paragonabile agli obbiettivi che ci siamo prefissati.
Migliore è la leva, minore è lo sforzo che ci occorre per alzare un peso maggiore, e quindi il lavoro per raggiungere i nostri obbiettivi.

2. Quello che c’è la crisi..ma non hai ancora iniziato a parlare!!
La risposta tipica di questo genere di mentalità, è univoca: c’è la crisi. E capirai perfettamente come sia inutile soffermarmi a parlare di chi anziché cercare un modo per cambiare la propria situazione, rifugge nell’ evento esterno che lo deresponsabilizza dalla propria situazione incolpando la famigerata crisi.

Se vuoi approfondire per bene le dinamiche e tutti i numeri della medicina estetica in tempi di crisi descritti nei dettagli, puoi leggere questo articoloC’E’ LA CRISI…MA CAMBIAMO PUNTO DI VISTA.

Inquadrata in un locale, mi ricordo una vignetta troppo bella, e che nel suo piccolo e per la sua semplicità mi ha fatto cambiare molto la percezione delle cose. C’era un signore in toppe, rovinato dalla crisi che appunto si lamentava della sua situazione con un altro signore, benestante e ben vestito.

Il poveretto si lamentava che per colpa della crisi avesse chiuso la sua fabbrica, mentre il benestante tutto contento, quasi benediceva la crisi perché l’aveva salvato dal fallimento.

Come ti ha salvato la crisi? Domandò il signore con le toppe. Semplice, ora ho una fabbrica di toppe!

Per la sua semplicità, è una vignetta geniale per rappresentare perfettamente ed in una sola immagine chi si piange solo addosso e non fa nulla per cambiare la propria situazione, e chi invece, sveglio, capisce che qualcosa sta cambiando e trova la giusta soluzione al suo problema.
Ti invito vivamente a dare un occhiata a questo articolo in modo da chiarirti le idee su quale sia l’andamento in crescita della medicina estetica in questi periodi.

3. Al terzo posto, e non per meno importanza, c’è chi vorrebbe sempre e solo ricevere e incassare senza dare o investire mai nulla.

Epitaffio su una lapide scozzese: Qui giace Fred Mc Guire. Gli cadde un penny: morì nella mischia.
(Marcel Archard)

E’ inutile spendere parole su quanto sia importante saper investire le proprie risorse, e sia chiaro, non per avarizia di parole ma per parsimonia di tempo! 😉

In effetti, potrebbe essere molto semplice riassumere il concetto in “dare=ricevere”.

Nel nostro caso siamo parlando di un investimento, che non è un vero e proprio dare, perché essendo appunto un investimento, già prevede il concetto stesso del ritorno.

Ma il concetto di dare non è riferito solo al denaro, altrettanto importanti, se non anche più, sono altri aspetti della vita che hanno comunque un valore, come il proprio tempo e/o le proprie competenze!

Quando parliamo di investimento, faremo bene ad includere nella nostra visuale complessiva anche gli altri aspetti se non vogliamo rischiare di vedere un futuro da orbi.

Ti racconto una storia realmente accaduta…

Vado a visitare una dott.ssa conosciuta tramite una mia cliente, aveva bisogno di una tecnologia per l’epilazione.

Bene.. (solo come intercalare!)

Riesco a trovare lo studio solo grazie al numero civico, niente insegna, niente adesivi sulle vetrate sigillate dalle veneziane, neanche una targhetta fuori la porta…andiamo sempre meglio 😀

Suono, mi apre da dentro il suo studio ed attendo in sala d’attesa.

Ora, siccome la sala d’attesa esiste appositamente per far aspettare i pazienti, come puoi pretendere di lasciare una buona impressione ad un tuo paziente magari anche nuovo se mentre aspetta vede la muffa sui muri e il bianco dell’ intonaco staccato posato a terra???

Possa passare anche l’odore della muffa che senti appena entri (assolutamente no!!), “magari” se passi da un corridoio o da un portone velocemente non ci fai un figurone ma perlomeno lo sguardo non si sofferma proprio li perché ci sei seduto di fianco!!

La situazione, “a fiuto” non prometteva nulla di buono..

Entra in sala d’attesa e ci presentiamo. Mi porta nello studio e dice:

– Lei: Vado al sodo, ho questa macchina qui, mi sono già informata la posso trovare anche a € 500 lei cel ‘ha?
– Io: cos’è?
– Lei: Depilazione elettrica.
– Io: Quella che manda la corrente elettrica ad ogni singolo pelo?
– Lei: Si, esatto. C’è l’ha?
– Io: Dr.ssa mi scusi ma quanto tempo ci impiega per depilare anche solo una gamba con questa metodica? Io ho solo Laser a diodi e Luce pulsata refrigerata proprio per rendere velocissimi i tempi dei trattamenti..
– Lei: Hanno un costo spropositato, io voglio questa.
– Io: Mi dispiace, saluto.

Non più di tre minuti per capire che avevamo una percezione del valore del tempo completamente opposta.

Come puoi mai sprecare gran parte del tuo tempo facendo un’epilazione elettrica ad un costo anche più basso della paga base di un’impiegata??

Senza nulla togliere alle impiegate sia chiaro, ma solo per utilizzare un termine di paragone.

Come credi che percepiscano le persone la tua professionalità se il tuo tempo costa quanto quello di una dog-sitter?

Come puoi guadagnarti la fiducia delle persone se fai quello che potrebbe fare chiunque con € 500?

E poi quante persone saranno disposte a sottoporsi a quel trattamento così lento?

Solo chi non vuole “spendere” soldi! Ed è questa la pazientela che vuoi per il tuo studio?

……..??

E’ un comportamento inconsapevole, lo sappiamo. Credo che nessuno sia interessato a crearsi un “bel giro” di pazienti che non vogliano spendere e/o peggio, che non considerino il tuo valore e la tua professionalità.

E come dargli torto, visto che per accedere a quel trattamento non c’è bisogno neanche di essere un medico e puoi impararla ad usare seguendo lo spot in tv!

Capisci ben presto quanto sia impossibile far crescere i tuoi guadagni, aumentare di quantità e qualità i propri pazienti e crescere professionalmente con una mentalità del genere.

Ok, tutto chiaro! ..Ma i 15.000 € in un giorno dove sono finiti?

…Spariti!?

In realtà, il titolo è servito per catturare la tua attenzione e se hai letto fin qui vuol dire che non rientri nei tre tipi comportamentali elencati fino ad ora.

L’avrei dovuto intitolare: “Se rientri in queste 3 tipologie comportamentali, hai poche speranze di crescita”, ma non è poi così accattivante non credi !?! 😉

Questo però non significa che il titolo che ho scelto, per quanto accattivante, sia menzognero.

E’ tutto Vero!

Sei libero di crederci o meno come tutte le cose, ma nel mentre puoi vedere con i tuoi occhi il report di UNA PRIMA GIORNATA di prova gratuita fatta con l’ HIFU (ultrasuoni focalizzati) eseguita da una nostra specialist presso uno studio medico di Bologna, a pazienti dello stesso.

Chiaramente ho eliminato i riferimenti sensibili alla privacy. E puoi vedere tu stesso come lavorando bene, costruendo il giusto bacino di pazienti, diventare un punto di riferimento per loro, dando la giusta soluzione ai loro problemi ed alle loro esigenze, porti a risultati vincenti.

Detto questo, è altrettanto chiaro ed indispensabile non sottovalutare tutti i passaggi precedenti che ti consentono di raggiungere i successi a cui ambisci.
Per dirla in tutta onesta, la giornata di prova che vedi riportata in questo articolo, non è l’inizio di una grande favola.. ma è il frutto di tutto un lavoro svolto in maniera ottimale già prima della giornata. Il grosso del lavoro deve partire a monte, non a valle.

Se vogliamo riprendere l’esempio fatto prima con la “leva e il macigno”. Saper utilizzare il giusto strumento (la leva) che ti aiuti a raggiungere i tuoi obbiettivi (il macigno da spostare) indipendentemente dalla loro grandezza. Questo è gran parte del lavoro.

Se vuoi scoprire 3 semplici modi che puoi applicarli già da domani nel tuo studio leggi questo articolo:

Come aumentare fatturato e nuovi pazienti grazie alla medicina estetica.

Mentre se vuoi anche approfondire la novità tecnologica che sta facendo parlare di se in tutto il mondo..
Ti rimando a questo articolo qui.
Dove potrai sapere cos’è l’HIFU, i suoi punti forti e cosa rende questo trattamento diverso da tutte le altre tecnologie.

Se invece vuoi parlare con me e/o chiedermi qualcosa, mandami pure un messaggio qui.

L’importante è non sprecare tempo. Sei tu il punto di riferimento per i tuoi pazienti..non aspettare che lo diventi qualcun’ altro!

Michele Colella

L’efficacia è la misura della verità.

Commenti

Commenti

Un commento su “Come guadagnare con la medicina estetica non invasiva anche € 15.000 in un solo giorno.”

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

×
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: